Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Vinitaly 2022 il 10 Aprile2022

La degustazione è di quelle storiche. Ma alla fine "perde" un pezzo.

Al tavolo, lunghissimo, allestito in Sala Tulipani al PalaExpo, 7 grandi produttrici di vino, due giornaliste e una donna che non sa stare mai ferma. Stevie Kim, managing director di Vinitaly International Academy ha voluto fortemente questa degustazione, nel giorno del debutto della 54esima edizione del Vinitaly dal titolo che già dice tutto: "Iconic women in Italian Wine". Ed era riuscita nell'intento, di mettere nello stesso tavolo, due grandissime giornaliste del mondo enoologico, che scrivono per due riviste concorrenti: Monica Larner di “Wine Advocate” e Alison Napjus di “Wine Spectator”. Solo il Covid ha scombinato i piani della Kim, visto che la Larner è rimasta a casa a causa proprio del virus ed ha partecipato alla degustazione attraverso internet. La Kim ha voluto un grosso applauso per la Larner che si è emozionata. Insomma l'incontro è solo rimandato. Per il resto, "the show must go on" diceva un tale. E la degustazione si è fatta in una sala gremita all'inverosimile, con stragrande partecipazione femminile. Al tavolo d'onore sette produttrici italiane proprietarie di altrettante cantine storiche che hanno fatto e continuano a fare la storia dell'enologia italiana: Marilisa Allegrini, Albiera Antinori, Chiara Boschis, Elisabetta Foradori, Elena Fucci, Priscilla Incisa della Rocchetta e Arianna Occhipinti. E nei calici i loro vini-simbolo: Amarone della Valpolicella Docg Classico Riserva “Fieramonte” 2012; Toscana Igt “Tignanello” 2018; • Barolo Docg Cannubi 2010; Vigneti delle Dolomiti Igt Nosiola “Fontanasanta” 2015; Aglianico del Vulture Doc “Titolo” 2012; Bolgheri Sassicaia Doc 2013; Terre Siciliane Igt Frappato “Vini di Contrada BB” 2019. Le produttrici hanno raccontato la storia della loro cantina, narrando l’anima più autentica del vino italiano. Una degustazione molto bella che ha dimostrato di come le donne sappiano portare un contributo significativo con la forza della speranza e dell’aspirazione al futuro.

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

1) Tartelletta di stagione

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search