Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il caso il 19 Luglio2021
La Leopolda, tradizionale sede delle Anteprime toscane

di Emanuele Scarci

Anteprime di Toscana da cambiare. Ne sono convinti anche i 5 Consorzi storici della rassegna annuale, ma sul “come” si dividono, anche perché diversi sono i tempi del lancio commerciale dei vini: Brunello, Chianti, Chianti Classico, Nobile di Montepulciano e Vernaccia di San Gimignano.

E questo ha provocato una spaccatura tra chi è favorevole all’anticipo a novembre (come dichiarato dal Consorzio del Brunello di Montalcino) e chi invece non potrebbe farlo, come il Chianti, e ritiene di mantenere le Anteprime a febbraio (leggi questo articolo). L’assessore regionale all’agricoltura Stefania Saccardi ha ribadito che dividersi sarebbe un errore e qualora ci fossero esigenze diverse si cercherà di trovare una sintesi. Venerdì 16 luglio a Firenze Saccardi ha ricevuto il presidente del Consorzio del Brunello Fabrizio Bindocci che avrebbe ribadito la richiesta dei produttori di spostare la manifestazione Benvenuto Brunello prima dell’uscita delle annate di gennaio e realizzarla con un numero ridotto di giornalisti. Sul contenuto del meeting Bindocci tace e l’ufficio stampa del Consorzio non ha nessuna risposta.

Cambiare ma uniti
Andrea Rossi, presidente del Consorzio del Nobile di Montepulciano, ribadisce “la necessità di rimodulare il format Anteprime. Ne ho parlato anche con la Saccardi e c’è la necessità di affrontare il tema in Avito, il Consorzio dei vini toscani. Vorremmo che le Anteprime potessero dividersi in più momenti sul territorio durante l’anno, con eventi dedicati singolarmente a stampa, operatori e appassionati. L’anticipo a novembre? Il Nobile esce a gennaio ed è un’ipotesi. Ma le divisioni, a lungo andare, sono perdenti. E le illusioni svaniscono all’alba”. Giovanni Busi, presidente del Consorzio vino Chianti, premette che la manifestazione così com’è non funziona, va rivista. E poi aggiunge: Non avrebbe senso per il Chianti anticipare a novembre un vino che esce a marzo. Che prodotto sarebbe?”. Infine conclude ironico: “Vedo che, come al solito, l’unione fa la forza”.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Abbruzzino

Ristorante Abbruzzino

Catanzaro

3) Anatra, kumquat e semi di zucca

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search