Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il caso il 30 Aprile 2020
di Giorgio Vaiana
Renata Ferruzza

 

Si commuove quasi fino alle lacrime Renata Ferruzza, titolare della pizzeria Perciasacchi di Palermo.

La titolare ha deciso di chiudere i battenti per sempre. E' la prima "vittima" di questa crisi spaventosa che rischia di far fallire tantissimi locali italiani. La storia è stata raccontata dalla Rai regionale. Perciasacchi era un indirizzo molto noto in città, per la qualità delle pizze proposte. La sua pizzaiola, Miriam Scozzari, era stata protagonista lo scorso ottobre anche a Taormina Gourmet. Il locale, aperto nel 2012, era finito anche agli onori delle cronache internazionali e indicato dal New York Times fra i posti migliori dove bere e mangiare a Palermo. Qui si avvicendava una clientela internazionale ed era un indirizzo di nicchia e di qualità. "Le disposizione del governo ci hanno dato la botta finale - dice Ferruzza - Venivano da quattro mesi invernali che sono pesanti per chi vive qusi esclusivamente di turismo e hanno azzerato le aspettative. Dopo la chiusura definitiva a marzo, un posto così piccolo non può reggere. Così come non può reggere all'allontanamento sociale che si prospetta. Reggiamo a malapena anche quando il locale è pieno, figurarsi con la riduzione dei posti". Tutti e cinque dipendenti dunque sono stati licenziati: "Gli incentivi proposti dal Governo non si adattano - conclude la Ferruzza - Ancora non si è capito bene a cosa servono i 25 mila euro. E nessun ristorante o pizzeria potrà reggere l'intero organico con i coperti da abbattere. Oggi vedo sgretolare il mio progetto".

C.d.G.


Commenti   

0 #1 Giovanni 2020-05-03 08:30
Prima di decidere la chiusura avrei fatto un tentativo di almeno un trimestre con personale ridotto.. Chissà magari avevano già i conti non in attivo e hanno approfittato del momento. Sono inesperto ma per un locale così minuscolo 5 dipendenti e 1 titolare sono tanti COVID19 o non COVID19
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Ciro Scamardella

Pipero

Roma

1) Raviolo di cavolfiore, vaniglia e capasanta

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search