Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Contributors

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone
Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri
Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri
Enzo Raneri

Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione
eventi
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Il progetto il 03 Aprile 2012
di C.d.G.


Daniele Buttignol, Elio D'Antrassi, Dario Cartabellotta

“Sarà la casa comune che accoglierà la nostra regione, i Paesi del Nord Africa e le regioni del Sud Italia che saranno invitate al progetto.

La fondazione ha l’obiettivo di dare alla Sicilia un ruolo centrale nelle relazioni dell’area mediterranea, per creare nuovi spazi per una politica estera industriale legata all’agroalimentare, mettendo al centro un comparto che ci unisce”. Ha esordito così stamani l’assessore regionale alle Risorse Agricole ed alimentare, Elio D’Antrassi, durante la conferenza stampa di presentazione del Forum Mediterraneo per la Pesca. ‘Slow Sea Land’: questo è il nome del primo forum organizzato da Slow Food Italia e Regione Siciliana e che si terrà dall’8 al 10 giugno a Mazara del Vallo, nel Trapanese. “Luogo che è punto di contatto con l’Africa, luogo di incontro e scambio tra i popoli del Mediterraneo”, ha sottolineato Daniele Buttignol, segretario nazionale di Slow Food Italia. Da qui infatti ne deriva la scelta.

Presidente onorario della Fondazione sarà il presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo. A presiederla il nutrizionista Giorgio Calabrese, mentre vice presidente sarà il manager Marco Romano. Ne faranno inoltre parte Antonio Bacarella, Fausto Cantarelli, il più eminente studioso della dieta mediterranea, e Giuseppe Carruba, oncologo esperto del rapporto tra alimentazione e salute. Convegni, laboratori, degustazioni, workshops.

‘Slow Sea Land’ sarà tutto questo: racconterà la ricchezza delle tradizioni produttive e delle culture gastronomiche che s’incontrano nel Mediterraneo. “La chiave del resto è questa,  – ha fatto notare Dario Cartabellotta,  dirigente generale del dipartimento Interventi infrastrutturali dell’assessorato – occorre uscire dalla settorializzazione e unire tutto ciò che è la Sicilia, mare e terra”. Presente alla conferenza stampa, che si è tenuta presso Villa Malfitano a Palermo, anche Giovanni Tumbiolo, presidente del Distretto produttivo della pesca del Mediterraneo: “Sarà l’occasione per valorizzare le microprofessionalità, soprattutto nel settore della pesca. E non solo, creare una maggiore conoscenza e consapevolezza tra i consumatori”. Il focus verterà infatti sui prodotti ittici, ma accanto ai pesci si potranno trovare le produzioni tipiche dei Paesi che si affacciano sul Mare Nostrum. Quindi oli e vini, pani e altri prodotti da forno, dolci e ortofrutta.

“Il tema centrale – spiega Buttignol - sarà quello legato ai prodotti ittici e alle tematiche relative alla sostenibilità delle tecniche di cattura e delle specie pescate. Mazara dal 2006 è sede del più importante Distretto produttivo della pesca del Mediterraneo e proprio nei giorni di Slow Sea Land, ospiterà un incontro dell’Osservatorio Mediterraneo della Pesca al quale, oltre ai membri delle istituzioni italiane preposte, partecipano rappresentanti di Tunisia, Egitto, Malta, Libia e Siria. La manifestazione offrirà quindi un’occasione per fare il punto sulle attuali politiche della pesca e approfondire i rapporti commerciali tra i Governi interessati”.

Negli stessi giorni di Slow Sea Land, Mazara del Vallo ospiterà il Consiglio internazionale di Slow Food, l’organismo collegiale di direzione politica dell’associazione, al quale partecipano 40 rappresentanti da 18 Paesi. L’incontro siciliano sarà l’ultimo prima del Congresso internazionale di Slow Food che si terrà dal 25 al 29 ottobre a Torino in concomitanza con Salone del Gusto e Terra Madre.

Sandra Pizzurro


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search