Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'azienda il 24 Gennaio2020


(Guido Martinetti e Federico Grom)

Grom, la catena di gelaterie fondata a Torino da Federico Grom e Guido Martinetti e oggi nelle mani di Unilever, cambia strategia: il "gelato come una volta" sarà sempre meno acquistabile nei coni e più presente negli freezer dei supermercati e dei bar. 

Grom ha definito una nuova "strategia multicanale a supporto del piano di crescita del brand" e ha deciso la chiusura di 7 gelaterie sul territorio nazionale, tra cui quella storica di via Cernaia, a Torino. Quattro chiusure, come anticipato dal Sole24Ore, risalgono ormai al 2019 mentre nel primo trimestre di quest'anno ne chiuderanno altre tre. Rilevata nel 2015 dalla multinazionale Unilever, che ha già in pancia marchi come Magnum e Algida, Grom sta andando incontro a un cambiamento che dall'azienda spiegano come "un'evoluzione del modello di business e una visione proiettata sul medio e lungo periodo, che tenga conto di nuove opportunità, nuovi canali e nuove attitudini di acquisto". 

"Le gelaterie - fa sapere l'azienda - diventano così il cuore di un ecosistema Grom che vive anche nel canale "on the go" con smart format come chioschi o biciclette gelato, nella Gdo, nei bar o nel canale direct to consumer. Definendo, quindi, una strategia multicanale a supporto del piano di crescita del brand". Tutto questo ha imposto un'analisi della rete di vendita che ha portato alla scelta di "chiudere alcuni negozi, mantenendo tuttavia il ruolo del retail come hub dell'esperienza e Dna di Grom: anche il gelato confezionato nasce dal desiderio di mettere la nostra gelateria in barattolo".

Per questo sottolineano di aver "ristrutturato alcune gelaterie in Italia" e di "valutare una nuova apertura sul territorio". Con la chiusura delle sette gelaterie, i dipendenti assunti a tempo indeterminato hanno la possibilità di "una ricollocazione in altre gelaterie e tramite incontri individuali il dipartimento HR individua soluzioni che tengano conto delle esigenze delle persone coinvolte".

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Riccardo Camanini

Ristorante Lido 84

Gardone Riviera (Bs)

1) Sarda di lago affumicata e fritta

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search