Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'iniziativa il 29 Ottobre2021
Giuseppe Raciti - ph Alfio Garozzo

 

L’enogastronomia etnea colpisce ancora: in Jura nel cuore della Francia, paese gourmand per eccellenza, occhi e palato sono rivolti verso l’Etna dei sapori di Giuseppe Raciti, una stella Michelin nel suggestivo agrumeto della campagna ripostese del country boutique hotel Zash.

Il cuoco di Riposto (CT) ha ricevuto un invito dal mittente esclusivo di Neal Rosenthal, importatore newyorkese conosciuto per essere ispiratore di un certo luxury lifestyle, che lo ha scelto e chiamato per “Chef Nomade” il ciclo di eventi celebrativi della cucina italiana regionale e locale. Unico rappresentante isolano, Raciti porterà prossimamente in Francia la sua cucina vulcanica raccontando l’evoluzione del gusto siciliano in un’indimenticabile cena alla Closerie les Capucines, dimora storica del 17esimo secolo immersa nel paesaggio rurale di Arbois. “Nei miei piatti cerco sempre di ricreare anche una filiera di storie - spiega Giuseppe Raciti, già all’opera per riservare un percorso speciale ai partecipanti dell’evento Chef Nomade - l’intenzione è quella di comporre un piccolo racconto da assaporare fatto di emozioni, l’anima in comune è il paesaggio etneo dal vulcano al Mar Ionio attraversati sempre da qualche brivido di contaminazione dal mondo”.

Una stagione intensa e fortemente ispirata per il cuoco che ha già messo a punto un menù autunnale con 3 percorsi che seguono suggestioni diverse e complementari tra loro: di terra, di mare, caviale e tartufo, sono le elaborazioni concrete in 7 portate per avvicinare il commensale alla profondità della materia prima vulcanica. Umami e rotondità emergono nell’uovo poché croccante con provola dolce e gelsi rossi, freschezza e sapidità contrastano nel crudo di gambero rosso con latte di cocco, mandarino verde e ricci di mare. Il piatto “Zucca” che abbina il foie gras con passito, tartufo e nocciole dell’Etna è un gustoso affondo nel sottobosco della montagna, mentre “Astice” è il sublime crostaceo vestito delicatamente di scamorza e cime di rapa. Raciti ha costruito piatto dopo piatto un approccio territoriale ma al contempo smarcato da costruzioni eccessive, uno stile che lo rende riconoscibile e attrattivo.

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

1) Tartelletta di stagione

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search