Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'intervista il 09 Aprile2022
Gian Marco Centinaio

di Giorgio Vaiana

Non poteva mancare al primo grande appuntamento a Verona dopo due anni di pandemia.

Gian Marco Centinaio, sottosegretario alle politiche agricole, è il primo a varcare l'ingresso delle gallerie mercatali dove, quest'anno, si tiene l'edizione 2022 di OperaWine, in versione "extralarge". Gli esperti di Wine Spectator, infatti, hanno convocato a Verona ben 130 cantine. Centinaio, assaggia, chiacchiera, saluta. "Finalmente siamo tornati alla normalità - racconta mentre lo intercettiamo tra i corridoi delle Gallerie Mercatali - Il vino è il nostro ambasciatore del Made in Italy e i produttori sono il nostro orgoglio". Per Centinaio, i complimenti "vanno girati anche a VeronaFiere che con il brand Vinitaly ha contribuito al successo dei nostri vini sui mercati internazionali". Centinaio è davvero felice per il ritorno in presenza di questo evento. "D'altronde - dice - il vino va raccontato, certo, ma va anche annussato, assaggiato, discusso con i produttori. Se manca tutto questo, si perde un po' il senso di tutto". Parentesi legata alle problematiche internazionali: "La pandemia è ancora in corso e dobbiamo stare attenti a quello che succederà - spiega Centinaio - ma sono davvero preoccupato per la situazione Ucraina-Russia". E Centinaio spiega: "Seppur sia vero che il mercato russo vale 140 milioni di euro, qui arrivano solo vini di altissimo livello. Quindi, gioco-forza dobbiamo essere bravi a trovare in fretta dei mercati alternativi. Penso all'Oriente, soprattutto, con Cina, Giappone e Corea, ma anche potenziare la presenza di questi vini negli Stati Uniti. Ma continuo a dirlo: dobbiamo anche pensare e rafforzare il mercato interno". Centinaio non è mai soddisfatto del lavoro fatto fino ad oggi: "Sono un perfezionista - dice - Per me si può e si deve fare sempre meglio". Il suo obiettivo, infine? "Un'Italia del vino che sia in grado di promuoversi nei mercati internazionali come un unico ente. Ormai lo dico da anni, da quando ero ministro. Così non va. Dobbiamo guardare a quello che fa la Francia. Tutti insieme si è più forti e si vince".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Antonio Bufi

La Gattabuia

Matera

3) Barbabietola al cartoccio

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search