Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La degustazione il 19 Marzo2019


(Maria Sabrina Tedeschi)

di Michele Pizzillo, Milano

Il primo è stato Sandro Boscaini; seguito da Marilisa Allegrini che, poi, ha lasciato il “testimone” a Maria Sabrina Tedeschi: sono i tre presidenti delle Famiglia Storiche che insieme agli altri 10 soci, si sono travati a Milano per festeggiare i dieci anni di un sodalizio nato per promuovere un territorio davvero unico, attraverso le proprie etichette di Amarone della Valpolicella. 

Per Tedeschi l’obiettivo è stato raggiunto perché, dice “abbiamo definito scelte produttive e tecniche di azione comune, sostenuto ricerche e progetti finalizzati ad un costante miglioramento della produzione, abbiamo collaborato con altre associazioni che, come la nostra, lavorano per valorizzare il territorio e il vino”. E, aggiunge: "Siamo troppo innamorati delle nostre meravigliose colline e siamo convinti che un vino unico e importante come l’Amarone della Valpolicella possa nascere solo in una terra d’eccellenza che va comunicata e fatta apprezzare”. A Milano, le 13 famiglia storiche del grande Amarone, hanno fatto proprio tutto questo; intanto con un banco di degustazione di una trentina di etichette e, poi, con una cena di gala preparata dall’Antica Bottega del Vino, ristorante veronese in attività dal 1890 che le Famiglie Storiche lo hanno salvato da una chiusura certa, visto la “guerra” che si facevano i soci che portavano avanti la gestione del locale. In occasione della cena per festeggiare il primo decennale, è stato servito solo Amarone della Valpolicella della vendemmia 2009 ma, com’è facile intuire, con 13 diverse interpretazioni. In pratica, una fantastica degustazione orizzontale, che ha permesso di fare scoprire tutti i territori dove l’Amarone è il protagonista principale.

L’incontro milanese e la relativa festa di compleanno che ha completato il banco di degustazione, ci è sembrata una dimostrazione di come le 13 Famiglie Storiche si muovo in “paesi come gli Stati Uniti, Canada, Germania, Svizzera, Austria, Nord Europa, Cina dove siamo stati più volte per raccontare il nostro vino ma, prima di tutto, la terra veronese; l’area benedetta che ci permette di produrre questo grande vino – dice la presidente dell’associazione delle Famiglie Storiche -. Un vino che vogliamo fare conoscere ancora di più all’estero, partendo dall’incontro milanese che è il primo del ricco calendario di eventi che abbiamo programmato per il 2019”. 

I NOSTRI ASSAGGI
FIERAMONTE AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG CLASSICO RISERVA 2011 - ALLEGRINI




Vino sontuoso che è stato considerato fra le eccellenze italiano, che la famiglia Allegrini, dall’inizio del Millennio, ha sottoposto ad un processo di rinnovamento dell’impianto, per avere un prodotto di straordinaria eleganza. Fieramente, infatti, conquista per il complesso di profumi che sprigiana al naso e, poi, soprattutto per l’esplosione in bocca da vino opulento, ricco di struttura e con le note passite bilanciate da freschezza e acidità che ne fanno un vino di grande longevità. In pratica, un cru unico espressione di territorio vocato per la produzione di rossi di grande qualità,

MONTE CA’ BIANCA AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO 2013 - BEGALI



75% di Corvina e Corvinone, 20% Rondinella e 5% Oseleta, con uve selezionate in diversi vigneti che si trovano nel cuore della Valpolicella classica, appassite nei mesi di settembre e ottobre ed un secondo appassimento di circa 100 giorni che avviene nel fruttaio. Tutto questo per avere un rosso dal profumo etereo, intenso e speziato, che in bocca è morbido, asciutto, vigoroso che ne fa una bella espressione di un prodotto che già è unico per qualità ed emozioni che produce. Un vino caldo ideale per secondi piatti importanti, possibilmente a base di carne.

CASE VECIE AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG 2012 - BRIGALDARA



Un vino di colore rosso granato dai riflessi aranciati che offre un profilo olfattivo prevalentemente fruttato e lievi sentori di erbe aromatiche. Al palato, poi, si presenta con quella che possiamo definire una prorompente impronta calorica ma, al tempo stesso, con belle morbidezze e tannino abbastanza vivace che anticipano una persistenza prevalentemente balsamica e speziata. E’ un vino che matura in grandi botti di rovere, con importanti passaggi in barrique.

CALCAROLE AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG CLASSICO 2011 - GUERRIERI RIZZARDI



Prevalentemente uve Corvina e Corvinone per questo vino di colore rosso luminoso proposto solo nelle annate migliori, che si propone subito con nitidi sentori di arancia rossa e diversi altri piccoli frutti rossi, nonché un interessante ventaglio erbaceo. All’assaggio è sapido, morbido, una fitta trama tannica ma tutto in perfetto equilibrio che assicura al vino un finale lungo e avvolgente con belle note balsamiche. La maturazione avviene per 12 mesi in tonneau e per 24 mesi in grandi botti di rovere. 

MASI RISERVE DI COSTASERA AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG CLASSICO 2013 - MASI



Qui prevalgono le uve Corvina (70%), con Rondinella (15%), Oseleta (10%) e Molinara con il 5%  a fare da comprimari nella produzione di un vino dall’ampio ventaglio olfattivo tra note fruttate prevalentemente di confettura, di petali di rose e viola il tocco speziato di pepe nero e cannella che, in parte, si ritrovano in bocca dove il vino è potente e avvolgente, con tannino vigoroso ma ammorbidito dalla freschezza e la lunga persistenza gustativa che solo un grande vino che matura per 38 mesi in grandi botti di rovere di Slavonia per offrire ai palati più raffinati. 

AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG 2013 - MUSELLA



Prevalgono Corvina e Corvinone in questo Amarone dai raffinati profumi di fruttato e di erbe aromatiche che al palato nonchè nuance balsamiche che al palato risulta potente, tannino sostenuto e una tale freschezza da farne un vino di pronta beva. Lunga anche la persistenza che chiude con dei bei sentori speziati. 

AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG CLASSICO VIGNETO MONTE SANT’URBANO 2013 - SPERI VITICOLTORI



75% di Corvina, 20% di Rondinella e 5% di Molinara, sono le uve selezionate nel vigneto di proprietà nel comune di Fumane per la produzione di questo vino invecchiato 24 mesi in botti di rovere francese da 500 litri e affinato in bottiglia per altri sei mesi che al colore rosso rubino intenso aggiunge avvolgenti profumi di frutta ed erbe aromatiche, oltre ai sentori speziati e di frutta rossa matura che si avvertono in bocca.  Un ottimo vino che accompagna grigliate di carni rosse, cacciagione, brasati e arrosti

CAPITEL MONTE OLMI AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG CLASSICO RISERVA 2012 - TEDESCHI



Corvina, Corvinone e Rondinella partecipano con le stesse percentuali alla formazione vino dal colore rubino luminoso che in un primo momento profuma di frutta rossa matura, per poi virare su sentori di sottobosco, fieno appena tagliato e, in evidenza, sentori di cannella e chiodi di garofano. Al palato è caldo, con un bel  corpo, una morbidezza e un’acidità in perfetto equilibrio con un tannino abbastanza potente. Il finale è lungo e rivela subito alcune caratteristiche del primo impatto olfattivo del vino.  

ANTONIO CASTAGNEDI AMAROINE DELLA VALPOLICELLA DOCG 2015 - TENUTA SANT'ANTONIO



Il primo impatto è con un colore granato evoluto, che anticipa un bouquet prevalentemente fruttato ma con un tocco erbaceo sostenuto da sentori balsamici. In bocco è un vino solido, con una tannicità aggraziata e una buona freschezza su un impianto equilibrato e persistente, che accompagna un finale prevalentemente sapido e fresco.

DE BURIS AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOC CLASSICO 2008 - TOMMASI



Già dal colore granato quasi impenetrabile si intuisce che questo è un vino di grande spessore. Poi c’è il maestoso bouquet olfattivo fatto di marasca e frutti di bosco ma, anche, tocchi di vaniglia e polvere di caffè  a confermare il primo positivo impatto. In bocca è voluttuoso e interminabile per ampiezza e vigore, sostenuti da un bel tannino e da una piacevole nota balsamica che assicurano un finale appagante e, oltretutto, vellutato e morbidissimo. Matura per 4 anni in botti di rovere e affina per sei anni in bottiglia.   

AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG 2015- TORRE D'ORTI



Dal colore granato di buona consistenza ai profumi di rosa e viola appassite con l’aggiunta di quelli assicurati da erbe aromatiche e da frutta prevalentemente sotto spirito. Al palato è un vino pieno e avvolgente, con un tannino vigoroso e una bella freschezza che assicurano una buona persistenza  e un lungo finale dove emergono prevalentemente note di frutta rossa matura e nuance di erbe aromatiche ad un vino che tra botte grande e barrique riposa per 24 mesi. 

CAMPOMASUA AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG CLASSICO - VENTURINI



E’ un Amarone che i Venturini producono solo in annate eccezionali da uve provenienti da un solo vigneto, che vengono appassite per almeno cinque mesi prima della trasformazione. Mentre il vino è sottoposto ad un affinamento di tre anni in botte e sei mesi in bottiglia, esprimendosi al naso con un impatto olfattivo intenso e davvero complesso per il concentrato di profumi che offre. In bocca i sentori di frutta matura sono ben accentuati, ma supportate da un ventaglio di profumi che assicurano uno speziato che caratterizza questo vino dai tannini vellutati, che riposa 36 mesi tra botte grande e tonneau. 

AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOCG CLASSICO RISERVA 2012 - ZENATO



Di questo grande vino ci ha colpito la giovinezza tanto da non sembrare frutto della vendemmia 2012. Poi c’è la complessità e l’eleganza olfattiva con avvolgenti ricordi di confettura di frutta ma, anche, vaniglia e cannella e belle note tostate tra cacao e caffè. In bocca è un vino caldo, morbido, con una freschezza e sapidità ce si intrecciano con un tannino deciso ma armonicamente amalgamato con tutti gli elementi che ne fanno un grande vino. Termina con una lunga persistenza con sentori d’arancia. 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

1) Tartelletta di stagione

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search