Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La degustazione il 23 Agosto 2019
di C.d.G.


(Villa Galnica)

Nella prima cittadina della Valtènesi, sul lago di Garda, Puegnago del Garda, l’estate, solitamente, si conclude con una grande kermesse inneggiante al vino ottenuto da uva Groppello e all’olio extra vergine d’oliva estratto dalla cultivar Casaliva. 

Tant’è che l’appuntamento di fine estate, in programma dal 24 al 26 agosto, si chiama “Groppello&Casaliva Experience”, ed è organizzato dal Consorzio vini della Valtènesi, nell’ambito della 43esima Fiera di Puegnago del Garda. Anche quest’anno, l’evento si terrà, con vista lago, a Villa Galnica, la sede del Consorzio Valtènesi, oltre che dell’Aipol, l’Associazione Produttori Olivicoli Lombardi, e del Gal GardaValsabbia2020. Qui, ogni sera, dalle 18 alle 23, sarà allestito un grande banco d’assaggio sulla terrazza e nel chiostro della villa, dedicato sia ai vini rosa che ai rossi della doc Valtènesi, ottenuti da uve Groppello (vitigno tipico della sponda bresciana dal Lago di Garda, e deve il nome alla forma compatta del grappolo, simile ad un groppo), gestito dai degustatori  Onav che accoglieranno i visitatori illustrando le caratteristiche delle 60 etichette presentate in degustazione libera.


(Uva Groppello)

Il costo della degustazione è di di 15 euro e comprende anche l’abbinamento a due piatti, uno di formaggi ed uno di salumi tipici del territorio proposto in collaborazione con il Gal GardaValsabbia2020. Il percorso enogastronomico si concluderà al piano terra della villa con una degustazione di oli extravergine monocultivar Casaliva, curata dagli esperti Aipol. Un apposito spazio di degustazione sarà dedicato alle etichette in lizza per il premio “Rosso dell’Anno”, giunto alla terza edizione e dedicato alla memoria di Sante Bonomo, compianto past president del Consorzio Valtènesi: i finalisti sono stati già selezionati nel mese di maggio durante il concorso enologico organizzato nell’ambito della 70esima Fiera di Polpenazze. La cerimonia di premiazione è in programma sabato 24 agosto, alle ore 18, nella piazza centrale di Puegnago, contestualmente alla cerimonia di inaugurazione ufficiale della Fiera.


(La sede dell'evento)

Durante le tre serate di “Groppello&Casaliva Experience” sono infine previste degustazioni guidate di vini rossi e rosati, oltre che di olio, della durata di un'ora circa ciascuna, però su prenotazione e al costo di 5 euro a persona: info presso il Consorzio allo 0365-555060 o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Nell’ultima vendemmia del Valtènesi, i 96 associati al Consorzio, hanno prodotto 4,6 milioni di bottiglie, per un fatturato aggregato di circa 23 milioni di euro, ha detto recentemente il presidente dell’ente, Alessandro Luzzago, tutt’ora impegnato a cercare sinergie finalizzate alla valorizzazione del vino rosa, dopo il Patto di promozione unitaria sottoscritto lo scorso anno con i consorzi di tutela di quattro grandi rosati doc: Chiaretto di Bardolino, Cerasuolo d'Abruzzo, e i pugliesi Castel Del Monte e Salice Salentino. L’obiettivo è quello di dare vita all'Istituto del Vino Rosa Italiano.

Michele Pizzillo 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Giuseppe Molaro

Contaminazioni restaurant

Somma Vesuviana (Na)

4) Carota, bufala e pomodoro del Piennolo

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search