Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Dove mangio il 09 Luglio2020
Giuseppe Raciti

di Fabiola Pulieri

 

Circondato da agrumi, aa Riposto, i piedi dell’Etna in un contesto verde e rilassante, il country Boutique Hotel Zash ha riaperto le porte dell’ospitalità e quelle del ristorante stellato guidato dallo chef Giuseppe Raciti.

Nonostante la stagione estiva sia partita in ritardo le camere sono già quasi tutte prenotate e lo stesso vale per i posti in sala, ricavata all’interno dell’antico palmento meraviglioso nel rispetto del passato e nella perfetta integrazione con le giuste note di modernità, che grazie alla cucina intrigante e gustosa dello chef fa registrare il tutto esaurito quasi ogni sera. Una cucina che gli ha consentito anche di ottenere il nostro premio Best in Sicily nel 2018.

Dai racconti dello chef Raciti si percepisce euforia e grinta nel voler affrontare l’estate cercando di far leva sull’entusiasmo accumulato da novembre 2019 in poi cioè da quando è arrivata la stella Michelin. La battuta d’arresto del Covid-19 non ci voleva certo, ma non ha frenato la passione in cucina né in sala. I ragazzi esprimono entusiasmo e lo slancio comune è la forza che li aiuta a “recuperare” i mesi perduti.

I piatti dello chef Raciti trasmettono sicurezza e capacità di gestione della materia prima con contrasti agrodolci bilanciati e un equilibrio perfetto dell’acidità. Si percepisce il lavoro e l’attenzione che tutto lo staff ha impiegato nei mesi di lockdown a migliorare ulteriormente il risultato anche per onorare la stella ricevuta appena pochi mesi prima. La panificazione con grani antichi è perfetta: croccantezza fuori e morbidezza dentro. Intorno al Casale gli agrumi la fanno da padrone e si ritrovano perfettamente integrati anche nei vari piatti dello chef che riesce ad alternare il sapore agrumato al solo profumo a seconda degli ingredienti.


(Finto cannolo)

Ottimo il finto cannolo di pasta wonton con battuto di astice all’interno e maionese con gazpacho di pomodoro datterino al basilico. Completa il piatto l’essenza al mandarino che ne esalta i profumi. Segue una focaccia con cipolla rossa in agrodolce.


(Gambero rosso di Mazara)

Molto particolare il gambero rosso di Mazara condito con gli agrumi della Tenuta, adagiato su una zuppetta di pomodoro e fragole e in accompagnamento un formaggio robiola di capra girgentana. Un piatto davvero delizioso con un bilanciamento dell’acidità nella zuppetta davvero notevole.


(L'uovo poché)

In carta è sempre presente uno dei cavalli di battaglia dello chef: l’uovo poché croccante servito su letto di spuma di provola dolce che nasconde una composta di gelsi di stagione che aiutano a spezzare la dolcezza della spuma con la loro acidità. A completare il tutto il sale maldon in fiocchi che dà una sferzata di sapidità al piatto.


(Spaghettone cone ragù di aragosta)

Spaghettoni mantecati con ragù di aragosta, anice stellato e limone candito della Tenuta, il Verdello, che cresce sul versante Est dell’Etna e a breve sarà dichiarato IGP e che vede nel proprietario di Zash, Renato Maugeri, il principale sostenitore del progetto nonché presidente dell’Associazione Limoni dell’Etna.


(Il dolce di Raciti)

In chiusura anche il dolce è ottimo, realizzato partendo dalla semplicità della torta tenerella, cioccolato dal cuore soffice, accompagnata da un cremoso al cacao 74%, un gel al frutto della passione e il gelato mantecato al cocco.

In un’oasi di bellezza dove il fruscio degli alberi (zash appunto!) culla gli ospiti e la cucina dello chef Raciti li coccola a pranzo e cena non meraviglia il fatto che sia già tutto prenotato per questa stagione. La Sicilia ha posti incantevoli così come tutta l’Italia e questo a Riposto, alle falde dell’Etna, è davvero un Country Boutique Hotel dal grande charme e gusto che a 360 gradi soddisfa gli occhi e il palato grazie all’accoglienza e all’eleganza merito di Carla Maugeri, architetto e proprietaria, che lo ha curato fin nei minimi dettagli rendendolo davvero incantevole.

Zash
SP2/I-II, 60 - Riposto (Ct)
T. 095 7828932
Chiuso: Mai
Ferie: Variabili, ma in inverno
Carte di credito: tutte
Parcheggio: sì

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Isa Mazzocchi

Ristorante La Palta

Frazione Bilegno - Borgonovo Val Tidone

3) Ravioli di riso alle erbe selvatiche su zuppa aromatizzata al cocco

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search