Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'intervista il 02 Luglio2013

 

Non bastano l’imponenza del vulcano, la suggestione di un tramonto sul mare, i filari dei vigneti alle pendici dell’Etna, un calice di ottimo vino.

Non sono sufficienti a rendere ospitale e appetibile un territorio. Non sono sufficienti a convincere giornalisti specializzati, buyers stranieri e anche turisti della sua unicità, quando poi le strade sono dissestate, i collegamenti con l’aeroporto sono carenti e il livello di accessibilità ad internet è basso.

L’analisi compiuta da un gruppo di giornalisti ed esperti del settore enogastronomico cinesi, ospiti a Catania per conoscere i prodotti locali, è impietosa. Bello il paesaggio, bella l’accoppiata vulcano-storia-mare. Aziende splendide, vino ottimo. Ma le note dolenti pesano come un macigno: scarso accesso ad internet, infrastrutture carenti, abusivismo edilizio che rovina il paesaggio.   


Ornella Laneri

“Ogni volta che ospitiamo dei turisti – spiega Ornella Laneri, presidente di Confindustria Sicilia Alberghi e Turismo – chiediamo loro un feedback sul soggiorno. Lo abbiamo fatto anche con questo gruppo e loro hanno messo in luce questi punti di debolezza che evidenziano la necessità di focalizzarsi sul territorio perché questo possa diventare portatore di economia”.

Qualcosa, evidentemente, deve essere messa a punto perché iniziative come ad esempio il Sicily Tasting Network, nuova rete di promozione e diffusione del turismo enogastronomico siciliano, possano davvero funzionare. “Basterebbe cominciare dalle piccole cose – suggerisce Ornella Laneri – come pensare ad una premialità per quei comuni che incentivano il rifacimento delle facciate delle case. Della pittura fresca e qualche vaso fiorito possono rendere molto più accogliente un paese”. L’importante è darsi da fare, senza rischiare di perdere flussi di attenzione nei confronti di un territorio, quello dell’Etna, che sta vivendo un momento d’oro.

“Noi ci stiamo muovendo – aggiunge il presidente di Confindustria Sicilia Alberghi e Turismo– con una idea di brand territoriale che permetta alle aziende siciliane di avere alta visibilità. Confindustria si sta occupando - con i suoi tour operator e alberghi - della parte dell’accoglienza dando supporto alle Strade del Vino e al Movimento Turismo del vino. Insomma, noi siamo pronti e credibili, e lo dimostra il patrocinio ricevuto dagli assessorati regionali al turismo e alle attività produttive, ma ci sono ancora delle cose che non funzionano a dovere e per le quali sono necessari interventi tempestivi e risolutivi perché senza questi i nostri sforzi rischiano di non essere a pieno efficaci”.   

Clara Minissale

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

1) Ricciola marinata allo Chartreuse e zuppetta di finocchio al lime

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search