Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La degustazione il 04 Novembre 2020
di Giorgio Vaiana

di Federico Latteri

Prosegue il nostro "viaggio" alla scoperta delle produzioni della Campania, sempre più originali e di altissima qualità.

La scorsa volta vi abbiamo raccontato i nostri migliori assaggi di vini bianchi alla manifestazione "Campania Stories" (leggi questo articolo). Oggi proseguiamo con l'elenco delle etichette di vini rossi che ci hanno convinto di più negli assaggi, rigorosamente alla cieca, organizzati nel totale rispetto dellenorme anti-contagio. 

 

 

Lachryma Christi del Vesuvio Doc Rosso Riserva Don Vincenzo 2015 – Casa Setaro
Presenta un naso profondo di ciliegia matura, fini sentori floreali, macchia mediterranea, spezie e note affumicate. In bocca è fresco, equilibrato, decisamente sapido e lungo. Ben presenti, fitti e levigati i tannini. Carattere e mineralità.

Campi Flegrei Doc Piedirosso 2016 – Contrada Salandra
E' variegato e armonico all'olfatto con profumi di frutta rossa tra cui spiccano le fragoline di bosco, geranio e evidenti note di cenere. Il sorso, succoso, minerale e lungo, si caratterizza per la delicatezza dei tannini e l'ottima bevibilità, esprimendo tutta la piacevolezza del territorio.

Taurasi Docg Vigne d'Alto 2015 – Contrade di Taurasi
Leggermente austero, offre una nota floreale scura che ricorda la violetta, sentori di piccoli frutti rossi e una fine speziatura con il pepe nero in evidenza. E' vivo, acido, pieno, strutturato, dotato di tannini fitti e vellutati e lunghissimo. La grande qualità e il potenziale evolutivo sono evidenti.

Taurasi Docg Riserva Piano di Montevergine 2014 – Feudi di San Gregorio
Ha un naso intenso e pulito di frutta rossa sotto spirito, radici e sottobosco. Al palato si distingue per il profilo basato più sull'eleganza che che sulla muscolosità con evidente freschezza, tannini levigati e ottima persistenza.

Terra di Lavoro 2017 – Galardi
Profumi nitidi e precisi di frutti di bosco, delicati cenni di erbe aromatiche e note di cenere precedono un sorso pieno e strutturato, dotato di ottima progressione, tannini fittissimi e notevole lunghezza. Ancora giovane, evolverà per molti anni.

Taurasi Docg Riserva Poliphemo 2015 – Luigi Tecce
E' un Taurasi che si esprime in maniera diretta con schiettezza e naturalità. Al naso riscontriamo profumi di frutta rossa, un tocco di prugna matura e fiori secchi con la rosa in primo piano. E' robusto e carnoso, ma anche vivo, acido, slanciato e ricco di energia.

Taurasi Docg 2010 – Perillo
Siamo di fronte all'ennesimo grande rosso di Michele Perillo. E' fine, armonico e complesso all'olfatto con frutti di bosco, erbette aromatiche, spezie dolci, scorza d'arancia, un piacevole tocco affumicato e una nota balsamica. In bocca sfodera una spiccata acidità, intensità, sapidità e grande lunghezza. Compatti e setosi i tannini. La ricchezza di sfumature e l'avvincente progressione rendono unica l'esperienza sensoriale.

Taurasi Docg 2015 – Pietracupa
E' elegante con sentori di piccoli frutti rossi, prugna, sottobosco, erbe officinali e un cenno balsamico. Il sorso è fresco, disteso, vellutato, ben equilibrato e lungo. Riesce a coniugare molto bene nerbo e finezza.

Irpinia Campi Taurasini Doc Ion 2017 – Stefania Barbot
Si caratterizza per un naso di piccoli frutti maturi, leggere note floreali e cenni speziati al quale fa seguito un palato vivo, articolato, moderatamente tannico e lungo che chiude su note fruttate. E' una versione di Aglianico piacevole e un po' più immediata.

Taurasi Docg Riserva La Loggia del Cavaliere 2014 – Tenuta Cavalier Pepe
Un quadro olfattivo di netta impronta balsamica è dominato da profumi di ginepro che spiccano su un sottofondo di frutta e spezie. Il gusto è pieno, morbido, avvolgente e molto lungo con tannini robusti, compatti e smussati. Ottimo l'equilibrio.

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gaetano Torrente

Al Convento

Cetara (Sa)

2) Genovese di tonno

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search