Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

    DOVE DORMO

Un palazzo… Speciale

Gli edifici storici della Palermo più antica celano spesso storie interessanti. Tra questi c’è Palazzo Speciale, edificato nella seconda metà del XV secolo dalla famiglia Speciale, una ricca famiglia arrivata in Sicilia con gli Aragonesi.
Nel XV secolo per permettere l’ampliamento della città, le antiche mura furono abbandonate e il fiume Kemonia che scorreva a sud delle mura, fu interrato. Pietro Speciale, figlio del vicerè Nicolò Speciale, ebbe il privilegio di costruire il suo Palazzo proprio su queste mura, un palazzo dallo stile gotico-catalano. Il palazzo ed il suo stile subirono nel tempo numerosi rimaneggiamenti. Tuttavia – oltre la facciata nel suo complesso – è riconoscibile da alcuni dettagli, tra cui tre bifore, due piastrelle in caratteri gotici con l’iscrizione “Jesus Christus” e due monofore in gotico fiorito.
Nella seconda metà dell’800, una parte del Palazzo fu venduta e pervenne per linea femminile alla famiglia Anzon di discendenza inglese. Sono di questo periodo le modifiche interne del piano nobile che fu completamente restaurato e ammobiliato nello stile dell’epoca, il “Luigi Filippo” e il “Secondo Impero”.
Gli attuali proprietari Vittorio e Maria Teresa Umiltà-Anzon hanno recentemente restaurato gli interni ricavandone 4 tra stanze e mini-appartamenti dedicati agli ospiti, il cui fascino risiede in questo mix unico tra accogliente atmosfera di casa, residenza d’epoca, servizi personalizzati e luoghi storici.
L’offerta è infatti di ampio respiro: bed & breakfast, visite guidate con rinfresco, cene a lume di candela nel grande salone, cocktail. La terrazza è una vera attrazione. La vista, sulle cupole di Palermo, è tra le più belle della vecchia città. Per chi vuole visitare il centro storico è un punto di partenza ideale: il palazzo di trova tra piazza Bologni e Casa Professa (Chiesa del Gesù).
Prezzi a partire da 80 euro.


Francesco Pensovecchio
Marina Violetta Carrera

Palazzo Speciale - Bed & Breakfast
Via G. Mario Puglia, 2
90134 Palermo
Tel. 091332173 – 339.2280193
email: papiro.vu@libero.it
www.palazzospecialepalermo.it
    DOVE DORMO

Un palazzo… Speciale

Gli edifici storici della Palermo più antica celano spesso storie interessanti. Tra questi c’è Palazzo Speciale, edificato nella seconda metà del XV secolo dalla famiglia Speciale, una ricca famiglia arrivata in Sicilia con gli Aragonesi.
Nel XV secolo per permettere l’ampliamento della città, le antiche mura furono abbandonate e il fiume Kemonia che scorreva a sud delle mura, fu interrato. Pietro Speciale, figlio del vicerè Nicolò Speciale, ebbe il privilegio di costruire il suo Palazzo proprio su queste mura, un palazzo dallo stile gotico-catalano. Il palazzo ed il suo stile subirono nel tempo numerosi rimaneggiamenti. Tuttavia – oltre la facciata nel suo complesso – è riconoscibile da alcuni dettagli, tra cui tre bifore, due piastrelle in caratteri gotici con l’iscrizione “Jesus Christus” e due monofore in gotico fiorito.
Nella seconda metà dell’800, una parte del Palazzo fu venduta e pervenne per linea femminile alla famiglia Anzon di discendenza inglese. Sono di questo periodo le modifiche interne del piano nobile che fu completamente restaurato e ammobiliato nello stile dell’epoca, il “Luigi Filippo” e il “Secondo Impero”.
Gli attuali proprietari Vittorio e Maria Teresa Umiltà-Anzon hanno recentemente restaurato gli interni ricavandone 4 tra stanze e mini-appartamenti dedicati agli ospiti, il cui fascino risiede in questo mix unico tra accogliente atmosfera di casa, residenza d’epoca, servizi personalizzati e luoghi storici.
L’offerta è infatti di ampio respiro: bed & breakfast, visite guidate con rinfresco, cene a lume di candela nel grande salone, cocktail. La terrazza è una vera attrazione. La vista, sulle cupole di Palermo, è tra le più belle della vecchia città. Per chi vuole visitare il centro storico è un punto di partenza ideale: il palazzo di trova tra piazza Bologni e Casa Professa (Chiesa del Gesù).
Prezzi a partire da 80 euro.


Francesco Pensovecchio
Marina Violetta Carrera

Palazzo Speciale - Bed & Breakfast
Via G. Mario Puglia, 2
90134 Palermo
Tel. 091332173 – 339.2280193
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.palazzospecialepalermo.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search