Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Dove mangio il 03 Giugno2020
Gian Marco Tognazzi e Danilo Pelliccia

Si parla tanto di ristorazione tradizionale, ma come vincere la concorrenza di nonne e mamme che - almeno nella nostra testa - cucinavano e cucinano meglio di osti e chef del territorio?

La soluzione sembrerebbe essere una sola, "emigrare", proponendo quello stesso tipo di ristorazione "fuori regione", in modo da risultare nuovi e soprattutto non in concorrenza con i piatti familiari che stazionano nella memoria di ciascuno. In più, allontanandosi dalla propria terra, la "nostalgia canaglia" accresce la sensibilità, cioè la passione nel riproporre in maniera filologicamente ineccepibile la cucina di dove si è nati: ecco i due motivi che spiegano il successo, e soprattutto l'alto livello qualitativo dello chef Danilo Pelliccia con i suoi Dù Cesari, uno dei migliori ristoranti di cucina romana che non si trova nella capitale, e neanche nel Lazio, bensì a Torino. Giunto nel capoluogo sabaudo per amore, visto il suo attaccamento a Roma e alla Roma, da 12 anni il ristorante - situato in corso Regina Margherita, cioè in un'area molto popolare della città - mette in scena una cucina antistorica nel suo proporre con fantastico "accanimento vintage" la verdura in pastella e soprattutto le penne all'arrabbiata (sublimi, per equilibrio ed eleganza) in porzioni rigorosamente extralarge che sono noncuranti del trend gastrofighettino contemporaneo e pure del food cost. L'autenticità "arriva" tant'è che il locale - gestito insieme al padre Domenico che staziona dietro la cassa - è frequentato sia da giovani e giovanissimi torinesi, sia da personaggi del mondo dello spettacolo che transitano da Torino e vogliono rivivere una forma di bellezza d'altri tempi. In questo senso sono d'obbligo i piatti storici della cucina romana, dal consueto trittico amatriciana-carbonara-cacio e pepe fino alla coda alla vaccinara, mentre è originale e molto buona la trippa in pastella che viene servita dentro a un cartoccio e acquisisce una consistenza simil-cremosa che può piacere anche ai non amanti del genere.

I piatti der Pelliccia sono poi innaffiati dai vini della Tognazza, cioè di Gianmarco Tognazzi, uno dei pochi attori contemporanei che di cucina - grazie all'esempio del padre Ugo - ne capisce. "Er Pelliccia" e "Gimbo" sono amici, sicché se sarete fortunati (molto) li potrete trovare insieme nel ristorante: a ridere mangiando, e mangiando ridendo.

Marco Lombardi

Dù Cesari
Corso Regina Margherita, 252 - Torino
T. 011 484430
Chiuso: lunedì
Ferie: variabili
Carte di credito: tutte
Parcheggio: no

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Isa Mazzocchi

Ristorante La Palta

Frazione Bilegno - Borgonovo Val Tidone

1) Filetto di boccalone con pomodori alla ricotta di capra

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search