Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Dove mangio il 19 Luglio2022

di Stefania Petrotta

La Sicilia è l’isola più grande del Mediterraneo con i suoi 1.152 chilometri di costa, di cui 500 circa delle isole minori (fonte Regione siciliana, Piano Stralcio di Bacino per l'Assetto Idrogeologico).

Scogliere a strapiombo sul mare o dolci declivi di rocce, spiagge di sabbia sottile rossa o a grana grossa candida, scogli di arenaria, insenature, faraglioni, da qualsiasi punto di vista si voglia guardare la costa siciliana, uno solo ne è il protagonista assoluto: il mare. E con esso la meravigliosa fauna ittica che lo popola e che arriva quotidianamente nelle tavole siciliane e non solo. Non stupisce quindi che i litorali pullulino di ristorantini e trattorie di mare che, soprattutto d'estate, si affacciano sui mari che bagnano l'isola. Noi vi suggeriamo alcune trattorie di mare dove siamo sicuri che mangerete pesce freschissimo cucinato semplicemente e ineccepibilmente, nel pieno rispetto della materia prima.

AGRIGENTO

Il pescatore
via lungomare Falcone Borsellino 20, San Leone – Agrigento (tel. 0922 414342)

Dal 1969 questo bel locale dalle vaste vetrate che danno sul lungomare sanleonese è un indirizzo di riferimento per la cucina marinara locale. Oltre a un menu che spazia dai piatti della tradizione a proposte più raffinate, interessante la selezione di vini della cantina. Memorabili le linguine all’aragosta.

Oasi Beach Osteria del mare
via tenente Pardini snc, contrada Playa – Licata (AG) (tel. 0922 803494)

Si mangia quasi con i piedi sulla sabbia in questa bella osteria ampia e ariosa che di giorno è anche lido. Il menu offre una vasta scelta con vari piatti fuori menu comandati dall’offerta del mercato. Il nostro consiglio è di non lasciarsi sfuggire i marinati, come le golosissime alici e i crudi, di cui i gamberi ne sono una delle migliori espressioni.

CATANIA

Il porticciolo
lungomare Mario Martinez 10, Capo Mulini – Acireale (CT) (tel. 095 877666)

L’ambiente informale, con le sedie impagliate e il servizio lesto, fanno di questo ristorantino dalla terrazza che si affaccia sull’insenatura di questa piccola frazione di Acireale uno dei locali più frequentati dagli amanti della cucina marinara. Magistrale la frittura di paranza che consigliamo di abbinare a un’insalata di salicornia.

La grotta
via Scalo grande 46, Santa Maria La Vela – Acireale (CT) (tel. 095 7648153)

Cucina semplice e genuina quella della famiglia Strano che da 150 anni circa regala ore felici ai buongustai che qui arrivano da tutta Italia e non solo. Il pesce è in mostra all’ingresso. Qui si sceglie, si pesa e si cucina a vista. Si degusta invece all’interno fianco a fianco con la parete di roccia lavica della grotta, o all’esterno nel dehors con vista sul piccolo porticciolo di Santa Maria La Vela. Parola d’ordine: insalata di occhi di bue.

MESSINA

Da Nino
via Luigi Rizzo 29 - Letojanni (ME) (tel. 0942 36147)

Ritrovarsi sulla costa messinese che conduce a Taormina e non fare una sosta a Letojanni in questa storica trattoria aperta negli anni '60 da Nino Ardizzone e oggi gestito dal figlio Gianni sarebbe davvero un peccato. Non solo per il bel panorama che si gode dalla terrazza, ma per un menu improntato sul pesce fresco della migliore qualità. C’è davvero l’imbarazzo della scelta, ma noi consigliamo senza dubbio i crostacei preparati in qualsiasi maniera.

Doppio Gusto
via Ammiraglio Luigi Rizzo 44 - Milazzo (ME) (tel. 090 9240045)

Situato accanto all’imbarco dei traghetti per le Eolie, un delizioso locale elegante e curato nei dettagli sia all’interno, con le pareti che fanno bella mostra dei vini, sia all’esterno nel dehors attrezzato di ogni comodità. Ovunque si decida di mangiare, il mare farà da sfondo. Bel menu marinaro su cui spiccano gli involtini di pescespada “a ghiotta”.

Nni Lausta
via Risorgimento 188, Santa Marina - Salina (ME) (tel. 090 9843486)

Localino candido e delizioso dalla bella terrazza in uno dei luoghi più incantevoli di Salina. Sulla bella terrazza verdeggiante, si può godere di piatti il cui protagonista assoluto è il pesce fresco, cucinato con un occhio alla tradizione, ma con maestria e un po’ di fantasia. Da provare le acciughe ripiene alla maggiorana.

Trattoria da Pina
Strada Provinciale 179, Gelso – Vulcano (ME) (tel. 368 668555)

Solo pesce eoliano in questa trattoria tra mare e vulcano, a due passi dall’approdo dei barchini. Si mangia in un piccolo terrazzino immerso nel verde sotto ad una tettoia. Il servizio è informale, tanto da trovare spesso avventori in costume e ciabatte e la cucina semplice e genuina. Da non perdere gli spaghetti con le uova di tonno.

PALERMO

Arrhais
corso Sicilia 2, Finale di Pollina - Pollina (PA) (tel. 0921 426328)

Non è insolito assistere all’arrivo delle cassette di pesce fresco direttamente dai pescatori locali se ci si trova in questa trattoria gestita da Giovanni Tarantino, storico ristoratore siciliano. D’estate si cena sulla bella terrazza sul mare che abbraccia tutta la costa. Andate sul sicuro con la frittura di pesce misto, fermo restando che c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Corona
via Guglielmo Marconi 9 – Palermo (tel. 091 335139)

Un indirizzo in città dove mangiare pesce fresco acquistato tutte le mattine al mercato ittico del vicino paese di Terrasini. Qui la famiglia Corona gestisce una realtà dagli interni eleganti, il servizio attento e cordiale e la cucina genuina che fa dei piatti tradizionali, come la margherita con l’anciova, i propri cavalli di battaglia. Interessante carta dei vini. Corona ha anche conquistato il premio Best in Sicily 2018 come Migliore Trattoria.

RAGUSA

A varcuzza
viale della Repubblica 28/H-I, Donnalucata - Scicli (RG) (tel. 331 5686212)

Interni dagli arredamenti marinareschi ospitano una cucina marinara con materia prima locale. Ma è all’esterno che si gode la migliore atmosfera, con i tavoli sul mare. Nel menu i piatti dello chef Giorgio Drago fanno della freschezza e della stagionalità il proprio cavallo di battaglia in proposte che partono dalla tradizione per arricchirsi di fantasia. Da provare il baccalà in tempura alla ghiotta.

Cucina costiera
corso Giuseppe Verdi angolo piazza Faro 3/A, Punta Secca – Santa Croce Camerina (RG) (tel. 0932 916034)

Cucina di prossimità per il locale che ha dato i natali professionali allo chef Joseph Micieli prima di aprire il suo Scjabica e che oggi è una deliziosa trattoria dalle ampie vetrate sul mare. Pesce fresco, stagionalità come diktat e piatti della tradizione anche dimenticata, come il “tonno e patate all’antica”, tonno bollito in conserva servito con patate lesse, un tempo sostentamento per i pescatori quando si trattenevano a lungo in mare.

SIRACUSA

Scala
via Giosuè Carducci 8 - Portopalo di Capo Passero (SR) (tel. 0931 842701)

Interni rustici e cucina tradizionale a rappresentare una genuinità che si riscontra sia nel servizio che nei piatti in menu. Un indirizzo di riferimento per gustare il pescato del giorno di qualità al giusto prezzo. Se dovesse essere in menu, consigliatissimo il pesce serra cucinato con capperi, pomodorini e patate.

I Rizzari
via Libertà 63, Brucoli – Augusta (SR) (tel. 0931 982709)

Una pedana in legno sugli scogli, sedie e tavoli in legno bianchi, incannucciati a riparare dal sole siracusano e l’azzurro potente del mare. Già così questa piccola osteria marinara avrebbe già vinto, ma se ci aggiungiamo un’offerta giornaliera di pesce fresco cucinato in svariati modi, potrebbe addirittura diventare il vostro luogo del cuore. Da provare: polpo bollito e formaggio ubriaco.

Taverna La Cialoma
Piazza Regina Margherita 23, Marzamemi – Pachino (SR) (tel. 0931 841772)

Volete cenare sulla piazza principale di Marzamemi in mezzo al “passìo” delle persone o preferite la piccola terrazza lambita dalle onde sul fronte opposto? In ogni caso qui troverete il vostro posto. Piccolo menu che varia giornalmente, ma se doveste trovare le linguine fresche alla “Rais”, con patate e lampuga, non abbiate dubbi e prendetele.

TRAPANI

Cantina Siciliana
via della Giudecca 36 – Trapani (tel. 0923 28673)

Indirizzo storico nel quartiere della Giudecca, l’antico quartiere ebraico. Un’osteria il cui valore aggiunto è di certo l’oste Pino Maggiore che, come un antico cantastorie, accompagna i piatti cucinati con maestria da Hajer Aissi, tunisina di origine, ma trapanese da decenni, con i suoi racconti. Imperdibile la frascatula con l’aragosta.

La Tonnara
via don Luigi Zangara 29 – Castellammare del Golfo (TP) (tel. 0924 32443)

Proprio sulla passeggiata della Marina, un ristorante a conduzione familiare i cui titolari gestiscono ben due pescherie. Si comprende quindi che qui la freschezza del pesce è garantita giornalmente. In mezzo alla vasta scelta di piatti tradizionali del menu, non si perdano tuttavia le linguine con anemoni e ostriche: il mare in bocca.

Osteria del Sotto Sale
via Vittorio Emanuele 19 – Favignana (TP) (tel. 329 7726127)

Cucina improntata all’offerta quotidiana delle barche dei pescatori per questa semplice osteria sul corso principale dell’isola, piccola costola del rinomato ristorante proprio a fianco. Qui i piatti sono cucinati con semplicità e competenza. Come rinunciare agli spaghetti allo scoglio? Ecco, non ci rinunciate.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Carmine di Donna

www.carminedidonna.it

3) Bignè con croccante e crema pasticcera

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search